Università degli studi di Verona
in collaborazione con SWG S.p.a. - Trieste

Osservatorio sui
consumi delle famiglie

Direzione: D. Secondulfo – M. Pessato
Coord. metodologico: L. Tronca – I. Di Pelino


Torna indietro

Una pietra miliare della storia della sociologia dei consumi

"La classe ouvrière et les niveaux de vie" di Maurice Halbwachs prossimamente pubblicato in Italia

È ormai imminente la pubblicazione in italiano della nota ricerca di Maurice Halbwachs, La classe ouvrière et les niveaux de vie, recherches sur la hiérarchie des besoins dans les société industrielles contemporaines.

Apparso per la prima volta in Francia per Alcan nel 1912, il libro sarà presto disponibile per il pubblico italiano, per i tipi di Carocci, con il titolo Come vive la classe operaia per la cura di Domenico Secondulfo e Lorenzo Migliorati e la traduzione di Silvia Gadda e dello stesso Migliorati.

La classe ouvrière et les niveaux de vie costituisce la prima tesi di dottorato che Maurice Halbwachs discusse presso la Sorbona di Parigi nel gennaio del 1911 e presenta i risultati di una imponente ricerca sui consumi degli operai tedeschi nei primi anni del Novecento. Si tratta di un’opera sociologica pionieristica; una delle ricerche che più ha contribuito ad affrancare lo studio dei consumi da un approccio economicistico centrato sulla razionalità strumentale e l’utilità marginale per condurlo nell’alveo della teoria sociologica propriamente detta.

Come potrà constatare tanto lo specialista della materia, quanto il pubblico più ampio, questo libro anticipa moltissimi dei temi con cui la sociologia dei consumi e della cultura materiale (Secondulfo, 1995, 2012) del Novecento si è misurata: dal sistema degli oggetti (Baudrillard, 1968), al gusto e alla distinzione (Bourdieu, 1979), ai processi di civilizzazione (Elias, 1939), all’esclusione sociale, al corpo (Sassatelli, 2000, 2010), alla ritualità sociale inscritta nel processo di consumo e alla sua valenza integrativa. E quelli che non ha anticipato, ha contribuito ad affinarli e chiarificarli. Si pensi alle differenze nei comportamenti di consumo delle diverse classi sociali (Veblen, 1899), ma anche al lusso (Sombart, 1913) e alla questione della moda (Simmel, 1895; Barthes, 1967).

Non è azzardato dire che La classe ouvrière et les niveaux de vie è una vera e propria pietra miliare della sociologia dei consumi, scritta da un autore che, causa l’illegittimo sospetto di dogmatismo durkheimiano, è stato troppo spesso distrattamente derubricato a “minore” nel pantheon dei classici.

Il volume verrà presentato ufficialmente in un convegno organizzato per l’autunno a Verona sulla figura di Maurice Halbwachs e sulla sua ricezione in Italia a cui prenderanno parte, fra gli altri, alcuni dei sociologi italiani che hanno contribuito alla diffusione del pensiero di Halbwachs in Italia e studiosi di scienze sociali in Francia, paese in cui Halbwachs è considerato un autore classico i cui interessi hanno spaziato ampiamente al di là della sola questione della memoria collettiva. Sarà gradita ospite del convegno anche Lise Halbwachs, nipote di Maurice e depositaria della memoria di questo interessante autore morto troppo prematuramente deportato a Buchenwald nel marzo del 1945.

Halbwachs M. (2014), Come vive la classe operaia. Una ricerca sulla gerarchia dei bisogni nella società industriale complessa, Carocci, Roma (a cura di Secondulfo D. e Migliorati L.).

Torna indietro
Contatti
lorenzo.migliorati@univr.it - debora.viviani@univr.it
Fax 045 8028039

Università degli studi di Verona
in collaborazione con SWG S.p.a. - Trieste | LOGIN

Design by Agenzia di comunicazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner oppure proseguendo con la navigazione ed accedendo a un qualunque elemento esterno a questo banner, lei acconsente all’utilizzo dei Cookie.