Torna indietro
 
Newsletter n. 10 10/03/2016

Università degli studi di Verona
in collaborazione con SWG S.p.a. - Trieste
L’Osservatorio sui Consumi delle Famiglie(OSCF) dell’ Università degli studi di Verona e la società SWG di Trieste sono lieti di presentarLe la newsletter sulle strategie di consumo delle famiglie. È un'iniziativa scientifica con lo scopo di monitorare con cadenza annuale gli orientamenti di consumo e lo stile di vita delle famiglie italiane.

Pubblicazione Indagine OSCF: Crisi e consumi a Verona


Luca Mori, Sandro Stanzani, Debora Viviani
Crisi e consumi a Verona. Indagine dell'Osservatorio sui Consumi delle Famiglie (FrancoAngeli, Milano, 2016)
 
La crisi economica in cui l’Italia si dibatte da ormai diversi anni, ha costretto le famiglie italiane a mutare profondamente le proprie abitudini di consumo, spingendole a rivedere priorità, bisogni e criteri alla base delle decisioni d’acquisto. Tuttavia la crisi e la reazione dei consumatori si sono manifestate con diverse asimmetrie territoriali. Questo lavoro, presentando i risultati dell’indagine “Le famiglie veronesi di fronte alla crisi economica” svolta dall’Osservatorio sui Consumi delle Famiglie (OSCF) dell’Università di Verona alla fine del 2014, intende accendere i riflettori sulla realtà veronese. Operando un confronto con l’ultima ricerca nazionale realizzata dall’OSCF, esso si propone d’illustrare le conseguenze che la difficile situazione economica ha comportato sulle strutture dei consumi nella città scaligera. Verona presenta un indice d’impatto economico della crisi più basso di quello italiano e di quello registrato nel sotto-campione del Nordest; lo scenario complessivo disegnato dall’indagine è, quindi, quello di un contesto economico e sociale che più di altri è riuscito a parare i colpi della crisi. Le famiglie scaligere hanno tuttavia modificato a fondo i propri stili di consumo, adottando comportamenti maggiormente improntati all’oculatezza, tagliando il superfluo, spendendo meno soprattutto per abbigliamento e arredamento per la casa, diminuendo la quantità ma non la qualità dei prodotti acquistati.
 
INDICE
Prefazione di Domenico Secondulfo
Introduzione (Luca Mori e Debora Viviani)
1. Le famiglie veronesi di fronte alla crisi (Sandro Stanzani)
2. Le nuove scelte di consumo tra risparmio e consapevolezza (Debora Viviani)
3. Brand e fedeltà. la fedeltà in crisi (Debora Viviani)
4. Dove e cosa. Luoghi d'acquisto e settori merceologici (Luca Mori)
5. Il risparmio, il futuro, gli aiuti dello Stato (Luca Mori)
6. Quel che conta è la salute? (Sandro Stanzani)
Conclusioni (Sandro Stanzani)
La ricerca sui consumi dei veronesi: aspetti metodologici (Luigi Tronca)
 

 

Direzione: D. Secondulfo – M. Pessato
Coord. metodologico L. Tronca – I. Di Pelino
Ogni Newsletter presenta i dati raccolti nei mesi di novembre o dicembre dell'anno che precede la sua pubblicazione tramite indagini campionarie sul tema dei consumi degli individui residenti in Italia, con almeno 25 anni di età. La costruzione del campione, la raccolta dei dati e la predisposizione del database sono svolte, ogni anno, dalla società di ricerca SWG S.p.A. Il campione è selezionato ex ante all’interno del panel SWG composto da circa 60.000 iscritti. Per l’estrazione del campione è utilizzato un metodo di campionamento stratificato per quote, il cui universo di riferimento è identificato nella popolazione italiana con almeno 25 anni di età residente in Italia al 1 gennaio dell’anno in cui si svolge la rilevazione. Il campione è selezionato in base ai parametri di sesso, classe di età (25-34, 35-44, 45-54, 55-64, almeno 65 anni) e area geografica di residenza (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud, Isole). Al fine di riuscire a costruire un trend di lettura dei dati ulteriore rispetto a quello emergente dalla ripetizione dell’indagine, a partire dal secondo anno di rilevazione una parte del campione non è stata sostituita nel passaggio da una rilevazione alla successiva (componente panel). I dati sono stati raccolti attraverso la metodologia CAWI (Computer Assisted Web Interviewing). Al termine della rilevazione, se necessario, si è provveduto ad una ponderazione ex post del campione al fine di porre rimedio alle distorsioni derivanti potenzialmente dagli arrotondamenti in fase di definizione della numerosità campionaria e dalla non completa copertura delle quote stabilite nella fase di progettazione dell’indagine.
OSCF Osservatorio sui consumi delle famiglie - SWG S.p.a.
Contatti
lorenzo.migliorati@univr.it - debora.viviani@univr.it
Fax 045 8028039
 
Torna indietro